Feeds:
Articoli
Commenti

Archive for gennaio 2019

Per festeggiare il ritorno dei blog scrivo anch’io un pezzo che non leggerà nessuno e che riempie il vuoto tra l’ultimo del luglio 2018 e il prossimo del 2021, tipo una storia familiare che mi aiuti a capire perché oggi mia mamma vota i grillini.

 

Siamo nel 1985 e i miei genitori devono fare un viaggio in Grecia. Ricordo bene l’anno perché pochi giorni prima della partenza c’è l’attentato a Fiumicino e loro devono partire proprio da Fiumicino, e nonostante le mie assurde preghiere di non partire (il mio io ansioso non conta che dopo un attentato si ha probabilmente il top della sicurezza) loro decidono di partire lo stesso.

In verità al posto di mio padre, bloccato da un problema di salute dello zio Bogliasco che vive con noi, parte il mio fratello undicenne ma non è questo il punto.

Il punto è che i miei erano ferocemente socialisti, all’epoca già turbocraxiani, e avevano negli occhi la fine della dittatura dei colonnelli e il governo di Andreas Papandreou. Socialisti al governo in un paese che era stato fascista fino a pochi anni prima, parte di un’ondata di socialismo democratico che in quegli anni stava diffondendosi in Europa. Vai, Clara, porta un garofano e saluta il paese dove il socialismo democratico si avvera.

Quando tornano dalla vacanza due immagini dominano il racconto di mia mamma.

  1. il vomito di mio fratello sulla barca per Egina, ma non è questo il punto
  2. un tassista di Atene che dice a mia mamma “Io ho votato Papandreou, ci avevamo creduto tanto. Oggi questa mano con cui l’ho votato me la taglierei”.

Quella mano con cui ha votato Craxi poi mia mamma se la sarebbe tagliata qualche anno dopo, e più tardi anche quella con cui ha votato Berlusconi.

Tra un po’ vorrà tagliarsi quella con cui ha votato i Cinquestelle e poi probabilmente la Lega in un maelstrom di peggio politico che sembra non avere fine.

Infine chiameremo l’arrotino perché i coltelli avranno perso il filo.

 

(Spoiler: oggi sappiamo che Papandreou e il figlio hanno effettivamente devastato l’economia greca con una ricetta a base di corruzione e clientelismo che ha portato al default del paese, i coltelli per tagliare le mani sono stati il primo bene a risentire dell’inflazione)

Annunci

Read Full Post »